default_mobilelogo

Newsletter

Vuoi ricevere una notifica quando sono disponibili nuovi contenuti sul nostro blog? clicca qui

Coefore INDA 2021

A distanza di due anni dall’ultima rappresentazione (la Lisistrata per la regia di Tullio Solenghi, luglio 2019), il Teatro greco di Siracusa riapre i battenti per la 56esima stagione. Ci sono molte limitazioni – capienza della cavea ridotta al 50%, obbligo di mascherina, distanziamento sugli spalti più teorico che reale – ma l’importante è ricominciare.

Dalla locandina di Edipo in virtual reality

Da Sofocle alla realtà virtuale, dal Teatro di Dioniso alla tecnologia digitale, da Tebe a Verona. Gli esperimenti del cosiddetto “teatro virtuale” sono sempre più numerosi, e non mancano gli studi specifici dedicati a questa modalità di spettacolo. Ma finora poco o nulla si era fatto, almeno per quanto a nostra conoscenza, in relazione alla tragedia greca.

Foto di Franco Battiato nel 1990 a Siracusa

«Se le tragedie dell’antichità rappresentano un mistero, ciò vale in grandissima parte per I Persiani, questa monodia sinuosa come un canto orientale in cui i versi di un poeta dell’esercito vittorioso cantano la diversità, il dolore e la dignità dei vinti» (Mario Martone).